Fred Hersch Trio Live In Europe

Live In Europe

Fred Hersch Trio

Hi-Res 24 bit – 44.10 kHz

Uscito il 11 maggio 2018 presso Palmetto+

Artista principale: Fred Hersch

Genere: Jazz

Riconoscimenti: 5 Sterne Fono Forum Jazz (settembre 2018)

Scegli il tuo download
Metti nel carrello
Migliorare la pagina di questo album

Qualità di ascolto

MP3 (CBR a 320 kbps)

FLAC (16 bit/44.1 kHz)

1.45

Lettore web
Visualizza i dettagli delle tracce

Album : 1 disco - 10 tracce Durata totale : 01:03:51

  1. 1 We See

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  2. 2 Snape Maltings

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  3. 3 Scuttlers

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  4. 4 Skipping

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  5. 5 Bristol Fog (For John Taylor)

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  6. 6 Newklypso (For Sonny Rollins)

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  7. 7 The Big Easy (For Tom Piazza)

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  8. 8 Miyako

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  9. 9 Black Nile

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

  10. 10 Solo Encore-Bluemonk

    Fred Hersch Trio, MainArtist Copyright : (C) 2018 Palmetto Records (P) 2018 Palmetto Records

Informazioni

Album dopo album, Fred Hersch impone sempre di più la grandezza del suo suono. Meno chiassoso di un Keith Jarrett e meno mediatizzato del suo ex allievo Brad Mehldau, Hersch resta un pianista jazz di altissimo livello, come attesta questo live registrato in trio con i suoi soci John Hebert al contrabbasso e Eric McPherson alla batteria. Dopo una dozzina di dischi in trio, Hersch si mostra quanto mai entusiasta riguardo a questa release 2018: «È la nostra migliore registrazione in trio. Personalmente, penso di essere al top in termini di energia e di padronanza tecnica…. Dopo il concerto al Flagey Studio 4 dell’ex Istituto nazionale belga di radiodiffusione a novembre 2017, ho capito che si trattava di una delle nostre migliori performance: il gruppo era in splendida forma, l’acustica perfetta e il pianoforte eccezionale. Di ritorno a New York, ho ripensato al concerto e ho saputo che era stato registrato. Quando l’ho ascoltato sono rimasto colpito dal livello di creatività e di energia che sprigiona».
Vero è che l’osmosi tra i tre uomini, così come l’ispirazione e la foga di Hersch, raggiungono vertici straordinari. «La pubblicazione di questo album è anche un trionfo sul piano personale perché mi ricorda quanto io sia stato fortunato. Sono passati dieci anni dal coma e costatare, oggi, di poter suonare con una tale energia e concentrazione significa molto per me». Nel 2008, Fred Hersch ha effettivamente rischiato di lasciarci prematuramente. Affetto da HIV, passa due mesi in coma ma ne esce miracolosamente. Seguono lunghe settimane di riapprendimento del piano, e, tre anni più tardi, la scrittura di una pièce teatrale, My Coma Dreams sulla porosità tra sogno e realtà. Seguiranno anche numerosi album, da solista, in duo, in trio… Riguardo a questo Live In Europe, possiamo solo sottoscrivere ciò che dice il suo collega Jason Moran: «Fred è per il piano ciò che LeBron James è per il basket. La perfezione». © Marc Zisman/Qobuz

Hi-Res 24 bit – 44.10 kHz

Da scoprire

Sullo stesso tema

Attualità

Più articoli