Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Hailey Tuck - Junk

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Junk

Hailey Tuck

Libretto digitale

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 44.1 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Hailey Tuck non nasconde la sua passione per Madeleine Peyroux e Melody Gardot, eppure già possiede quel qualcosa che è suo e basta. Quel tocco personale che fa della giovane texana approdata a Parigi una voce accattivante e non una suiveuse di serie B. Pensate che Larry Klein in persona ‒ il produttore delle sue due principali ispiratrici ‒ ha prodotto il primo album di questa fanciulla che sembra condividere il parrucchiere di Louise Brooks e lo stesso guardaroba di Joséphine Baker. Klein ha trovato la cornice ideale, mai sovraccarica, il suono puro e pulito di cui aveva bisogno, aiutata nella sua impresa da musicisti di alto livello come il batterista Jay Ballerose (Elton John, Robert Plant) o il chitarrista Dean Parks (Joe Cocker, Steely Dan)… In quanto al repertorio, l’eclettismo e la qualità delle cover mostrano altrettanto buon gusto. Sia che rivisiti That Don't Make It Junk di Leonard Cohen, Cry To Me (resa popolare da Solomon Burke), Cactus Tree di Joni Mitchell, Some Other Time di Leonard Bernstein, Underwear dei Pulp, Alcohol dei Kinks, Junk di Paul McCartney, I Don’t Care Much dalla colonna sonora di Cabaret o, ancora, la meravigliosa Say You Don’t Mind di Colin Blunstone, Hailey Tuck usa sempre con stile la sua voce birichina e un po’ retrò ad ogni parola, ad ogni frase. Non resta che lasciarsi cullare da questo bel Qobuzissime, incuranti dello spirito dei nostri tempi. © Max Dembo/Qobuz

Maggiori informazioni

Junk

Hailey Tuck

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 60 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 60 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
That Don't Make It Junk
00:03:30

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - LARRY KLEIN, Producer - Leonard Cohen, Composer, Lyricist - Sharon Robinson, Composer, Lyricist - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

2
Cry to Me
00:02:43

BERT BERNS, Composer, Lyricist - Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Patrick Warren, Arranger - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

3
Cactus Tree
00:04:33

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Joni Mitchell, Composer, Lyricist - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

4
Some Other Time
00:04:19

LEONARD BERSTEIN, Composer, Lyricist - Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - LARRY KLEIN, Producer - Adolph Green, Composer, Lyricist - Betty Comden, Composer, Lyricist - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

5
Say You Don't Mind
00:03:14

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Denny Laine, Composer, Lyricist - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

6
Alcohol
00:02:38

Dean Parks, Guitar, Mandolin - David Piltch, Bass - Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Jay Bellerose, Drums, Percussion - Patrick Warren, Arranger, Keyboards, Organ, Piano, Other - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Raymond Davies, Composer, Lyricist - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

7
Last In Line
00:04:22

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, Composer, Lyricist, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

8
My Chemical Life
00:04:21

Tim Palmer, Mixing Engineer - Brian MacLeod, Composer, Lyricist - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Patrick Warren, Composer, Lyricist - LARRY KLEIN, Composer, Lyricist, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - DAVID BAERWALD, Composer, Lyricist - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Thomas Dybdahl, Composer, Lyricist - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

9
I Don't Care Much
00:03:12

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Patrick Warren, Arranger - LARRY KLEIN, Producer - John Kander, Composer, Lyricist - Fred Ebb, Composer, Lyricist - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

10
Trouble In Mind
00:03:14

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Richard Jones, Composer, Lyricist - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

11
Underwear
00:04:12

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Patrick Warren, Arranger - LARRY KLEIN, Producer - Jarvis Cocker, Composer, Lyricist - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Stephen Mackey, Composer, Lyricist - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Candida Doyle, Composer, Lyricist - Nick Banks, Composer, Lyricist - Russell Senior, Composer, Lyricist - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

12
Junk
00:03:00

Tim Palmer, Mixing Engineer - Bernie Grundman, Mastering Engineer - Paul Mccartney, Composer, Lyricist - LARRY KLEIN, Producer - Ivy Skoff, Misc. Prod. - Rod Shearer, Engineer - Sandy Roberton, Misc. Prod. - Geoff Neal, Engineer - Hailey Tuck, MainArtist, Vocal - Philip Krohnengold, Misc. Prod.

(P) 2018 Sony Music Entertainment UK Limited

Descrizione dell'album

Hailey Tuck non nasconde la sua passione per Madeleine Peyroux e Melody Gardot, eppure già possiede quel qualcosa che è suo e basta. Quel tocco personale che fa della giovane texana approdata a Parigi una voce accattivante e non una suiveuse di serie B. Pensate che Larry Klein in persona ‒ il produttore delle sue due principali ispiratrici ‒ ha prodotto il primo album di questa fanciulla che sembra condividere il parrucchiere di Louise Brooks e lo stesso guardaroba di Joséphine Baker. Klein ha trovato la cornice ideale, mai sovraccarica, il suono puro e pulito di cui aveva bisogno, aiutata nella sua impresa da musicisti di alto livello come il batterista Jay Ballerose (Elton John, Robert Plant) o il chitarrista Dean Parks (Joe Cocker, Steely Dan)… In quanto al repertorio, l’eclettismo e la qualità delle cover mostrano altrettanto buon gusto. Sia che rivisiti That Don't Make It Junk di Leonard Cohen, Cry To Me (resa popolare da Solomon Burke), Cactus Tree di Joni Mitchell, Some Other Time di Leonard Bernstein, Underwear dei Pulp, Alcohol dei Kinks, Junk di Paul McCartney, I Don’t Care Much dalla colonna sonora di Cabaret o, ancora, la meravigliosa Say You Don’t Mind di Colin Blunstone, Hailey Tuck usa sempre con stile la sua voce birichina e un po’ retrò ad ogni parola, ad ogni frase. Non resta che lasciarsi cullare da questo bel Qobuzissime, incuranti dello spirito dei nostri tempi. © Max Dembo/Qobuz

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
ARTEMIS Artemis
A Love Supreme John Coltrane
Ballads John Coltrane
Altro su Qobuz
Di Hailey Tuck
Tuck + Cover Hailey Tuck
Alcohol Hailey Tuck
Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Verve, il sound dell’America

Definendo la sua etichetta «il sound dell’America», Norman Granz aveva fatto centro. È vero che stiamo parlando del secolo scorso, e che si limitava soltanto al jazz. Eppure, a tutt’oggi, con un catalogo che conta artisti di calibro come Billie Holiday, Louis Armstrong, Charlie Parker, Ella Fitzgerald, Bill Evans, Lester Young, Stan Getz, Oscar Peterson e una decina d’altri, Verve resta una delle più importanti avventure della musica del XXesimo secolo.

Chris Connor, una voce dimenticata

E se la più grande cantante jazz cool fosse lei? Quasi dieci anni dopo la sua scomparsa, Chris Connor resta una della voci più sensuali della sua generazione. Il che mostra che nella vita non esistono soltanto Anita O’Day e June Christy…

Impulse! Orange was the new Black

Insieme a Blue Note e Verve, Impulse! è senza dubbio l’etichetta americana di jazz più nota. Una casa dipinta d’arancione che ospitò ovviamente John Coltrane ma anche i musicisti più avventurosi degli anni ’60.

Nel magazine...