Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Brittany Howard - Jaime

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Jaime

Brittany Howard

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 44.1 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Un po' di soul e funk old-school fa sempre piacere! I successori di Curtis Mayfield, Al Green, Prince e Sly Stone sono ancora tra noi. Ma il più delle volte, è l'interesse per il genere stesso a mancare... In soli due album, il gruppo Alabama Shakes ha mostrato una versione originale e torrida di quel southern garage funk. Il loro ingrediente segreto? Brittany Howard, la cantante della band che sfoggia carattere e gravitas impressionanti. Un tale carisma è tanto più presente in questo suo debutto da solista. L'album contiene alcuni dei tratti degli Alabama Shakes, ma offre anche una sensazione più atipica e meno convenzionale. Howard ci fa girare la testa con questo disco funk-psichedelico che rasenta lo sperimentale, con brani come l'iniziale History Repeats con chitarre vivaci, ritmi incerti e voci caotiche. Nativa di Athens, Brittany è affiancata da musicisti d'eccezione come Zac Cockrell, il bassista degli Alabama Shakes, e due jazzisti unici e prevalenti, Robert Glasper al piano e alle tastiere e Nate Smith alla batteria. Oltre a questo scenario ricco ma minimalista, Howard si tuffa nello studio di sé stessa e dei suoi contemporanei. Omosessualità (Georgia), morte (il titolo dell'album, Jaime, è il nome della sua sorella maggiore, scomparsa a causa di un cancro all'età di 13 anni quando Howard aveva solo 8 anni), religione (He Loves Me) e il razzismo che lei, figlia di madre bianca e padre nero, ha spesso vissuto sulla propria pelle (Goat Head parla della mattina in cui sua madre trovò tutte e quattro le gomme della sua auto squarciate e la testa mozzata di una capra sulla panca del giardino…). Un album emozionante e molto personale capace di scuotere i cuori più duri. I valori, i riferimenti e le influenze di Howard (Prince, Curtis e Sly) sono chiari - o almeno così sembra - ma il risultato finale è di grande originalità. © Marc Zisman / Qobuz

Maggiori informazioni

Jaime

Brittany Howard

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 40 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 40 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
History Repeats 00:03:04

Nate Smith, Drums - Michael Harris, Misc. Prod. - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Misc. Prod. - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Guitar, MainArtist, AssociatedPerformer - Paul Horton, Clave - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Misc. Prod.

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

2
He Loves Me 00:02:31

Nate Smith, Drums - Michael Harris, Engineer - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Guitar, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Pastor Terry K. Anderson, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

3
Georgia 00:03:18

Nate Smith, Drums - Michael Harris, Engineer - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Clarinet, Keyboards, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Lloyd Buchanan, Organ - Yoshi May, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

4
Stay High 00:03:11

Nate Smith, Drums - Michael Harris, Misc. Prod. - Robert Glasper, Celeste - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Misc. Prod. - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Guitar, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Misc. Prod.

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

5
Tomorrow 00:03:13

Michael Harris, Engineer - Larry Goldings, Keyboards - Rob Moose, Strings - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Drums, Percussion, Bass, Other, MainArtist, AssociatedPerformer - Paul Horton, Composer, Lyricist, Other - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Yoshi May, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

6
Short and Sweet 00:03:44

Michael Harris, Engineer - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, All Instruments, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Ivan Wayman, Assistant Engineer

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

7
13th Century Metal 00:04:47

Nate Smith, Composer, Lyricist, Drums - Michael Harris, Engineer - Robert Glasper, Composer, Lyricist, Keyboards - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Yoshi May, Piano

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

8
Baby 00:02:26

Nate Smith, Drums, Vibraphone - Michael Harris, Engineer - Robert Glasper, Keyboards - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Guitar, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Zac Cockrell, Bass - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Yoshi May, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

9
Goat Head 00:03:12

Nate Smith, Percussion, Other - Michael Harris, Engineer - Robert Glasper, Keyboards - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Yoshi May, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

10
Presence 00:02:46

Michael Harris, Engineer - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Lavinia Meijer, Harp - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Drums, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Ivan Wayman, Assistant Engineer

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

11
Run to Me 00:03:04

Nate Smith, Drums - Michael Harris, Engineer - Shawn Everett, Mastering Engineer, Mixing Engineer, Recording Engineer - Scott Moore, Assistant Engineer - Brittany Howard, Composer, Lyricist, Producer, Drums, Keyboards, MainArtist, AssociatedPerformer - Christopher Cerullo, Assistant Engineer - Ivan Wayman, Assistant Engineer - Yoshi May, Other

(P) 2019 Sony Music Entertainment UK Limited

Descrizione dell'album

Un po' di soul e funk old-school fa sempre piacere! I successori di Curtis Mayfield, Al Green, Prince e Sly Stone sono ancora tra noi. Ma il più delle volte, è l'interesse per il genere stesso a mancare... In soli due album, il gruppo Alabama Shakes ha mostrato una versione originale e torrida di quel southern garage funk. Il loro ingrediente segreto? Brittany Howard, la cantante della band che sfoggia carattere e gravitas impressionanti. Un tale carisma è tanto più presente in questo suo debutto da solista. L'album contiene alcuni dei tratti degli Alabama Shakes, ma offre anche una sensazione più atipica e meno convenzionale. Howard ci fa girare la testa con questo disco funk-psichedelico che rasenta lo sperimentale, con brani come l'iniziale History Repeats con chitarre vivaci, ritmi incerti e voci caotiche. Nativa di Athens, Brittany è affiancata da musicisti d'eccezione come Zac Cockrell, il bassista degli Alabama Shakes, e due jazzisti unici e prevalenti, Robert Glasper al piano e alle tastiere e Nate Smith alla batteria. Oltre a questo scenario ricco ma minimalista, Howard si tuffa nello studio di sé stessa e dei suoi contemporanei. Omosessualità (Georgia), morte (il titolo dell'album, Jaime, è il nome della sua sorella maggiore, scomparsa a causa di un cancro all'età di 13 anni quando Howard aveva solo 8 anni), religione (He Loves Me) e il razzismo che lei, figlia di madre bianca e padre nero, ha spesso vissuto sulla propria pelle (Goat Head parla della mattina in cui sua madre trovò tutte e quattro le gomme della sua auto squarciate e la testa mozzata di una capra sulla panca del giardino…). Un album emozionante e molto personale capace di scuotere i cuori più duri. I valori, i riferimenti e le influenze di Howard (Prince, Curtis e Sly) sono chiari - o almeno così sembra - ma il risultato finale è di grande originalità. © Marc Zisman / Qobuz

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Il britpop in 10 album

“If punk was about getting rid of hippies, then I'm getting rid of grunge.” Fu con questa frase di Damon Albarn del 1993 che ebbe inizio la nuova invasione inglese sulla quella scena dominata allora dal grunge dei Nirvana e di Seattle. Il britpop fu profondamente legato alle politiche locali e all'identità dei suoi membri ed emerse proprio mentre entravano in scena Tony Blair ed il suo New Labour. Il romanticismo inglese ritrovò il suo fascino a discapito del concorrente americano, considerato ormai troppo superficiale nel Regno Unito dei primi anni novanta. Fate largo alla "Cool Britannia".

Indie Rock USA in 10 album

Dopo i “sintetici” anni '80, le chitarre hanno fatto il loro ritorno violento nel decennio successivo, infiltrandosi dappertutto nel rock indipendente. Indipendente da un sistema e dalla massa. Come una corrente alternativa ereditata dallo spirito sovversivo e dal "do-it-yourself" di quel punk che troviamo già nei Velvet Underground di Lou Reed o negli Stooges di Iggy Pop. Panoramica dei 10 album che hanno marcato quei densi anni '90.

Lhasa, la stella indimenticabile

Con soli tre album in studio, un live e tre tournée internazionali, Lhasa de Sela ha lasciato una traccia unica nella storia della musica popolare contemporanea. La Llorona, The Living Road e Lhasa sono delle opere distinte e mature che rivelano un universo strano ma familiare, a metà strada tra il sogno e la realtà. Queste canzoni chiaro-scure sono caratterizzate da dei sentimenti sinceri di un’artista il cui canto a fior di pelle propone un patto di intima complicità con colui che l’ascolta. Nella vita di Lhasa de Sela vi sono tutti gli ingredienti di una leggenda, le tappe di un romanzo e le emozioni di una storia bella ed emozionante.

Nel magazine...