Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Moses Boyd - Dark Matter

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Dark Matter

Moses Boyd

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 44.1 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Da buon pozzo senza fondo qual è, la nuova scena jazz inglese mantiene la sua tradizione creativa partorendo il primo vero album solista di Moses Boyd. Gli appassionati del movimento conoscono già questo eclettico e giovane batterista, che ha lavorato con Shabaka Hutchings, Zara McFarlane, Nubya Garcia, Joe Armon-Jones, Theon Cross e Ashley Henry, ma soprattutto è la metà di Binker & Moses, il wild duo che condivide con il sassofonista Binker Golding. Con Dark Matter, Boyd realizza un album che può essere considerato più la creazione di un produttore che di un batterista. Un album che è una estesa narrazione di ciò che rappresenta, ovvero un musicista cresciuto sognando di diventare il nuovo Max Roach o Tony Williams mentre ascoltava Dizzee Rascal e Wiley, oltre ai ritmi caraibici, il reggae e la musica elettronica. La forza di Dark Matter risiede proprio nella capacità di fondere questo grande insieme di idoli così diversi tra loro in una bella e colorata Polaroid della Londra di oggi. Ricco di suoni, l’album dal DNA jazz passa dall’afrobeat (BTB) al dubstep (2 Far Gone) prima di una botta di post-rock (What Now?). Con la voce di Poppy Ajudha, di Obongjayar e di Nonku Phiri e il contrabbasso dell’ex-Jazz Warriors Gary Crosby, Moses Boyd ha creato una orgia ritmica fuori dal comune. Un disco di ancora più difficile catalogazione rispetto a quelli dei suoi colleghi della stessa scena anglosassone. Rivitalizzante. © Marc Zisman/Qobuz


 

Maggiori informazioni

Dark Matter

Moses Boyd

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Stranger Than Fiction
00:04:54

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

2
Hard Food (Interlude)
00:00:59

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

3
BTB
00:06:00

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

4
Y.O.Y.O
00:05:30

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

5
Shades of You
00:04:20

Poppy Ajudha, MainArtist - Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

6
Dancing in the Dark
00:04:47

Obongjayar, MainArtist - Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

7
Only You
00:04:46

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

8
2 Far Gone
00:05:43

Joe Armon-Jones, MainArtist - Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

9
Nommos Descent
00:04:36

Nonku Phiri, MainArtist - Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

10
What Now?
00:08:39

Moses Boyd, Producer, MainArtist

(C) 2020 Exodus Records (P) 2020 Exodus Records

Descrizione dell'album

Da buon pozzo senza fondo qual è, la nuova scena jazz inglese mantiene la sua tradizione creativa partorendo il primo vero album solista di Moses Boyd. Gli appassionati del movimento conoscono già questo eclettico e giovane batterista, che ha lavorato con Shabaka Hutchings, Zara McFarlane, Nubya Garcia, Joe Armon-Jones, Theon Cross e Ashley Henry, ma soprattutto è la metà di Binker & Moses, il wild duo che condivide con il sassofonista Binker Golding. Con Dark Matter, Boyd realizza un album che può essere considerato più la creazione di un produttore che di un batterista. Un album che è una estesa narrazione di ciò che rappresenta, ovvero un musicista cresciuto sognando di diventare il nuovo Max Roach o Tony Williams mentre ascoltava Dizzee Rascal e Wiley, oltre ai ritmi caraibici, il reggae e la musica elettronica. La forza di Dark Matter risiede proprio nella capacità di fondere questo grande insieme di idoli così diversi tra loro in una bella e colorata Polaroid della Londra di oggi. Ricco di suoni, l’album dal DNA jazz passa dall’afrobeat (BTB) al dubstep (2 Far Gone) prima di una botta di post-rock (What Now?). Con la voce di Poppy Ajudha, di Obongjayar e di Nonku Phiri e il contrabbasso dell’ex-Jazz Warriors Gary Crosby, Moses Boyd ha creato una orgia ritmica fuori dal comune. Un disco di ancora più difficile catalogazione rispetto a quelli dei suoi colleghi della stessa scena anglosassone. Rivitalizzante. © Marc Zisman/Qobuz


 

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
So Peter Gabriel
Peter Gabriel 1: Car Peter Gabriel
Us Peter Gabriel
Altro su Qobuz
Di Moses Boyd
Displaced Diaspora Moses Boyd
Time and Space Moses Boyd
Shades of You Moses Boyd
Only You Moses Boyd
Ti potrebbe piacere anche...
From This Place Pat Metheny
Structuralism Alfa Mist
S3NS Ibrahim Maalouf
The Rocket Martin Tingvall
Arvoles Avishai Cohen (b)
Nelle Panoramiche...
Kamasi Washington, il sax degli Angeli

Dopo un triplo album che lo ha piazzato in cima alle classifiche, eccolo di ritorno con un doppio! Kamasi Washington intriga e affascina non solo i patiti di jazz… Al fianco di Kendrick Lamar e Snoop Dogg, ma soprattutto a capo del collettivo West Coast Get Down, il carismatico sassofonista di Los Angeles porta una ventata di follia sulla scena jazz contemporanea.

Nel magazine...