Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Rolf Bürgermeister - Cello Dreams (Studio Version)

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Cello Dreams (Studio Version)

Rolf Bürgermeister

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Cello Dreams (Studio Version)

Rolf Bürgermeister

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 40 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 40 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Cello Dreams (Studio Version) 00:03:58

Copyright Control, MusicPublisher - Rolf Bürgermeister, Composer, Artist, MainArtist

2019 rolfbuerg music 2019 rolfbuerg music

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
The Lion King Various Artists
Beethoven: 9 Symphonies Berliner Philharmoniker
Altro su Qobuz
Di Rolf Bürgermeister
Why (Studio Version) Rolf Bürgermeister
Amen Hallelujah (Studio Version) Rolf Bürgermeister
Sensuality (Studio Version) Rolf Bürgermeister
Hurricane (Studio Version) Rolf Bürgermeister

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...
From This Place Pat Metheny
Blue World John Coltrane
Munich 2016 Keith Jarrett
Beautiful Vinyl Hunter Ashley Henry
Playing the Room Avishai Cohen (tp)
Nelle Panoramiche...
Il quartetto americano di Keith Jarrett

Keith Jarrett passò i primi sette anni della sua intensa carriera a sperimentare a più non posso a capo del quartetto americano che formava insieme a Charlie Haden, Paul Motian e Dewey Redman. Tra il 1971 e il 1976, il pianista dirigerà una specie di laboratorio matto in cui cozzeranno jazz, free puro, world e avanguardia. Una parentesi spontanea che merita di essere riscoperta.

Obbiettivo la luna: The Dark Side Of The Moon

The Dark Side of the Moon, album-chiave dei Pink Floyd fu il risultato di un lungo processo creativo iniziato intorno al 1968. A Saucerful of Secrets (il brano principale dell'omonimo album) fu, almeno per Nick Mason, il punto di partenza. L'album successivo, Ummagumma (1969), diede a ciascun membro della band l'opportunità di creare un brano solista, anche se avrebbero dovuto unire i loro talenti per fare davvero il jackpot. I Pink Floyd hanno continuato a cercare il disco perfetto con Meddle, un album che ha messo in evidenza le loro abilità in studio, e Atom Heart Mother, prima del tanto atteso nirvana con The Dark Side of the Moon. E la perfezione di quest'opera non è stata intaccata nel tempo, nemmeno a quarantacinque anni dalla sua uscita.

Chris Connor, una voce dimenticata

E se la più grande cantante jazz cool fosse lei? Quasi dieci anni dopo la sua scomparsa, Chris Connor resta una della voci più sensuali della sua generazione. Il che mostra che nella vita non esistono soltanto Anita O’Day e June Christy…

Nel magazine...