Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz - Brandl: Symphonies, Opp. 25 & 12

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Brandl: Symphonies, Opp. 25 & 12

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Kevin Griffiths

Libretto digitale

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Nato nel 1770 – contemporaneo quindi di Mozart – Johann Evangelist Brandl visse fino al 1837 e fece quasi tutta la carriera di Kapellmeister, violinista e compositore alla corte di Karlsruhe. La sua opera copre più o meno tutti i generi, salvo curiosamente la tastiera, che non toccò quasi mai. Le due sinfonie qui presentate risalgono ai primissimi anni del XIX secolo, 1800 e 1803; vi si sente naturalmente l’influenza di Haydn (in particolare, nella cultura della sorpresa e della beffa), ma si possono egualmente percepire i fremiti del romanticismo prossimo a nascere, in particolare negli stupefacenti contrasti tra momenti cupi ed erranti ed altri molto più indiavolati. Ad onore del compositore, va detto che le sue opere orchestrali furono suonate persino dall’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, un riconoscimento evidente. Mendelssohn ne ha forse percepiti alcuni accenti? Perché certi passi della Sinfonia op. 25 avrebbero potuto benissimo essere concepiti da quest’ultimo – non fosse che, nel 1803, il piccolo Felix non era ancora nato… Brandl, un compositore da scoprire. © SM/Qobuz

Maggiori informazioni

Brandl: Symphonies, Opp. 25 & 12

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz
Ascolta sul Webplayer

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

Symphony in D Major, Op. 25 (Johann Evangelist Brandl)

1
I. Andante con moto - Presto
00:07:57

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

2
II. Andante quasi un poco allegretto
00:05:42

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

3
III. Menuetto scherzoso
00:05:35

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

4
IV. Poco Adagio - Allegro molto
00:06:50

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

Symphony in E-flat Major, Op. 12 (Johann Evangelist Brandl)

5
I. Allegro
00:09:53

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

6
II. Adagio
00:07:40

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

7
III. Menuetto - Allegro
00:03:24

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

8
IV. Allegro assai
00:07:06

Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Orchestra, MainArtist - Kevin Griffiths, Conductor - Johann Evangelist Brandl, Composer

(C) 2018 CPO (P) 2018 CPO

Descrizione dell'album

Nato nel 1770 – contemporaneo quindi di Mozart – Johann Evangelist Brandl visse fino al 1837 e fece quasi tutta la carriera di Kapellmeister, violinista e compositore alla corte di Karlsruhe. La sua opera copre più o meno tutti i generi, salvo curiosamente la tastiera, che non toccò quasi mai. Le due sinfonie qui presentate risalgono ai primissimi anni del XIX secolo, 1800 e 1803; vi si sente naturalmente l’influenza di Haydn (in particolare, nella cultura della sorpresa e della beffa), ma si possono egualmente percepire i fremiti del romanticismo prossimo a nascere, in particolare negli stupefacenti contrasti tra momenti cupi ed erranti ed altri molto più indiavolati. Ad onore del compositore, va detto che le sue opere orchestrali furono suonate persino dall’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, un riconoscimento evidente. Mendelssohn ne ha forse percepiti alcuni accenti? Perché certi passi della Sinfonia op. 25 avrebbero potuto benissimo essere concepiti da quest’ultimo – non fosse che, nel 1803, il piccolo Felix non era ancora nato… Brandl, un compositore da scoprire. © SM/Qobuz

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Altro su Qobuz
Di Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz
Modern Times Edition Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz
Krenek: Orchestral Works Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz
Weigl: Symphonies Nos. 4 & 6 Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Jorge Bolet & Franz Liszt

Fra le sue dita, la musica di Franz Liszt è emersa sotto una nuova luce, grazie ad una visione allo stesso tempo poetica e lirica, molto lontana dal virtuosismo gratuito e chiassoso che si sente troppo spesso. Ai primi degli anni Ottanta, Jorge Bolet incide per DECCA un’antologia del compositore ungherese che farà storia, alla quale si aggiungono altre incisioni realizzate per l’etichetta spagnola ENSAYO, per RCA negli anni Settanta, per EVEREST nel 1960, nonché registrazioni di studio e radiofoniche negli anni Cinquanta, quando aveva ancora tutte le sue straordinarie risorse tecniche.

L’età dell’oro della commedia musicale hollywoodiana

Come i western e i film sui gangster, la commedia musicale è uno dei generi più emblematici del classicismo hollywoodiano. Tra il 1930 e il 1960, piccolo panorama di un cinema glamour e colorato, certo, ma spesso meno superficiale di quanto possa sembrare.

Le sinfonie elettroniche di Mason Bates

Come, non conoscete (ancora) Mason Bates? Eppure è uno dei nomi più presenti sulla scena nordamericana. Nato nel 1977, Bates è insieme compositore (soprattutto sinfonista e lirico) e DJ di musica elettronica (con lo pseudonimo DJ Masonic): due poli apparentemente opposti, che lui invece si delizia particolarmente a mescolare. Circa metà della sua opera sinfonica e lirica include, in un modo o nell’altro, sonorità elettroniche, perlopiù suoni “di tutti i giorni”, preregistrati e restituiti in tempo reale in base alla partitura. In occasione dell’uscita della sua fantastica opera The (R)evolution of Steve Jobs, Qobuz si è intrattenuto con questo personaggio fuori dai canoni.

Nel magazine...