Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Koki Nakano - Bloomer

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Bloomer

Koki Nakano

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Bloomer

Koki Nakano

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

1
Bloomer
00:02:59

Koki Nakano, Composer, MainArtist

2020 No Format 2020 No Format

A proposito dell'album

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Altro su Qobuz
Di Koki Nakano
Pre-Choreographed Koki Nakano
Lift Koki Nakano
Berceuse Koki Nakano

Playlist

Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Sofia Coppola on air

Per il suo ultimo film, L’inganno, Sofia Coppola si rivolge nuovamente a Thomas Mars, cantante del gruppo francese Phoenix, un collaboratore abituale della regista. L’occasione ideale per passare in rassegna alcuni grandi momenti musicali della filmografia della figlia di Francis, e in particolare la mitica colonna sonora del Giardino delle vergini suicide, firmata dai versagliesi Air.

John Barry, il genio è nella varietà

La musica per il cinema richiede sensibilità e destrezza speciale per poter far fronte ad ogni stile con dignità: dal suono disco per una scena da night-club ad un madrigale per un film d’epoca, il compositore cinematografico deve essere in grado di cimentarsi in ogni stile. John Barry ha dimostrato, una e più volte, d’essere stato uno dei più grandi autori di colonne sonore, capace di abbracciare tutti i generi nel cinema e nella musica.

Il pellegrinaggio di Gardiner attraverso le cantate di Bach

John Eliot Gardiner è cresciuto sotto lo sguardo di uno dei due ritratti autentici di Johann Sebastian Bach, che i suoi genitori avevano gelosamente custodito nascondendolo nella loro fattoria nel Dorset durante la Seconda Guerra mondiale. Divenuto uno dei «papi» della musica barocca, Gardiner ha prodotto, con la sua totale devozione a Bach, un volume appassionante, Musique au château du ciel, pubblicato in francese da Flammarion (trad. it. La musica nel castello del cielo). «Come ha fatto un’opera tanto sublime a sgorgare da un uomo così ordinario e così opaco?», si legge nell’introduzione allo studio di Gardiner, pieno di tenerezza e di rara erudizione, che non è una nuova biografia del compositore tedesco, ma la summa dell’esperienza personale dell’interprete, che gli ha dettato considerazioni estetiche ed un’analisi sensibile dei fondamenti armonici, contrappuntistici e polifonici della sua produzione. Un tentativo riuscito di scoprire l’uomo attraverso la sua musica.

Nel magazine...