Categorie:
Carrello 0

Il tuo carrello è vuoto

Filippo Gorini - Beethoven : Sonatas Op. 106 & 111

Mes favoris

Cet élément a bien été ajouté / retiré de vos favoris.

Beethoven : Sonatas Op. 106 & 111

Filippo Gorini

Libretto digitale

Disponibile in
logo Hi-Res
24-Bit 96.0 kHz - Stereo

Streaming illimitato

Ascolta subito questo album in alta qualità sulle nostre app

Inizia il mio periodo di prova e riproduci l'album

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Resgistrati

Goditi questo album sulle app Qobuz con il tuo abbonamento

Download digitale

Seleziona la qualità audio

Per avere diritto a questo prezzo, abbonati a Sublime+

Lingua disponibile: inglese

After a first recording of Beethoven’s Diabelli Variations acclaimed by the critics ("Diapason d’Or", BBC, Guardian, Le Monde) Filippo Gorini, a student of Alfred Brendel and winner of the first Prize and Audience Prize of the Bonn Beethoven Competition in 2015, pursues a fast-growing career. Here he returns to Beethoven and tackles the perilous Sonata No. 29, ‘Hammerklavier’, which the composer himself said would pose a challenge for future generations, along with the Sonata No. 32, which according to Thomas Mann represents the supreme accomplishment of and ‘farewell’ to sonata form. © Alpha Classics

Maggiori informazioni

Beethoven : Sonatas Op. 106 & 111

Filippo Gorini

launch qobuz app Ho già scaricato Qobuz per Windows/MacOS Apri

download qobuz app Non ho ancora scaricato Qobuz per Windows/MacOS Scarica l'app Qobuz

Copia il seguente link per condividerlo

Al momento stai ascoltando degli estratti.

Ascolta oltre 50 milioni di brani con un abbonamento streaming illimitato.

Ascolta questo album e oltre 50 milioni di brani con i gli abbonamenti di streaming illimitato.

Piano Sonata No. 29 in B-Flat Major, Op. 106 "Hammerklavier" (Ludwig van Beethoven)

1
I. Allegro
00:10:10

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

2
II. Scherzo. Assai vivace
00:02:54

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

3
III. Adagio sostenuto
00:20:55

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

4
IV. Introduzione. Largo
00:12:55

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

Piano Sonata No. 32 in C Minor, Op. 111 (Ludwig van Beethoven)

5
I. Maestoso - Allegro con brio ed appassionato
00:08:49

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

6
II. Arietta. Adagio molto semplice cantabile
00:17:28

Filippo Gorini, Piano - Ludwig van Beethoven, Composer

© 2020 Alpha classics / Outhere Music France ℗ 2020 Alpha classics / Outhere Music France

Descrizione dell'album

After a first recording of Beethoven’s Diabelli Variations acclaimed by the critics ("Diapason d’Or", BBC, Guardian, Le Monde) Filippo Gorini, a student of Alfred Brendel and winner of the first Prize and Audience Prize of the Bonn Beethoven Competition in 2015, pursues a fast-growing career. Here he returns to Beethoven and tackles the perilous Sonata No. 29, ‘Hammerklavier’, which the composer himself said would pose a challenge for future generations, along with the Sonata No. 32, which according to Thomas Mann represents the supreme accomplishment of and ‘farewell’ to sonata form. © Alpha Classics

Dettagli della registrazione originale : Recorded in August 2019 at Beethoven Haus, Bonn (Germany)

A proposito dell'album

Distinzioni:

Migliora questa pagina

Qobuz logo Perché acquistare su Qobuz

ORA IN OFFERTA...
Altro su Qobuz
Di Filippo Gorini
Ti potrebbe piacere anche...
Nelle Panoramiche...
Jorge Bolet & Franz Liszt

Fra le sue dita, la musica di Franz Liszt è emersa sotto una nuova luce, grazie ad una visione allo stesso tempo poetica e lirica, molto lontana dal virtuosismo gratuito e chiassoso che si sente troppo spesso. Ai primi degli anni Ottanta, Jorge Bolet incide per DECCA un’antologia del compositore ungherese che farà storia, alla quale si aggiungono altre incisioni realizzate per l’etichetta spagnola ENSAYO, per RCA negli anni Settanta, per EVEREST nel 1960, nonché registrazioni di studio e radiofoniche negli anni Cinquanta, quando aveva ancora tutte le sue straordinarie risorse tecniche.

Nel magazine...