Baxter Dury, Etienne de Crécy & Delilah Holliday : «Il futuro siamo noi!»

Incontro con Baxter Dury, Étienne de Crécy e Delilah Holliday, trio inedito e improbabile che ha dato alla luce l’album più minimalista e il più cool dell’anno

da Marc Zisman | Video | 12 novembre 2018
Reagire
Qobuz

Da soli, va bene. In due, meglio. A tre... super? Difficile dire il contrario dopo i venti brevi minuti spennellati da Baxter DuryEtienne de Crecy e Delilah Holliday. Sotto l’acronimo B.E.D, lo fanno «strano». B(axter), un dandy stordito con una voce baritonale, E(tienne) un maestro del French Touch, D(elilah) una giovane riot grrrl che sa trovare il suo posto nel garage punk come nella soul più dolce.

Dai tre arriva un disco scarno con beat minacciosi ed efficaci, guidati dal motto «Less is more». Su pattern synth-pop senza fronzoli, firmati da EtienneDelilah e Baxter giocano un corpo a corpo degno del duetto Nancy Sinatra/Lee Hazlewood. Una versione alternativa di «The Beauty and The Beast» che è la forza di questo album e che gli inglesi descrivono come «un figlio mutante degli anni ‘80 che non vedrà la sua evoluzione completa».

In quest’intervista esclusiva per Qobuz, Baxter, Étienne e Delilah ci parlano della nascita di questo album speciale Qobuzissime, il trio electro più emozionante dell’autunno.



ASCOLTA B.E.D DI BAXTER DURY, ÉTIENNE DE CRÉCY & DELILAH HOLLIDAY SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Le tue letture