London Calling Gregory Porter

Il più soul dei cantanti jazz registra una performance live alla Royal Albert Hall...

da Clotilde Maréchal | Video del giorno | 11 dicembre 2018
Reagire
Qobuz

Nel 2017, Gregory Porter firmava un album che può dirsi un omaggio se non addirittura una lettera d’amore a colui che considera come un vero e proprio eroe: Nat King Cole. Musicista singolare in grado di passare dal jazz puro all’easy listening, pianista virtuoso, innovatore e dotato di grande finezza e, ovviamente, cantante/crooner affascinante dalla voce vellutata, profonda e romantica, riconoscibile fra tutte, questo genio era stato raramente celebrato con una tale eleganza.

Per questo live londinese registrato sul prestigioso palco della Royal Albert Hall, Gregory Porter è affiancato dal suo fedele quartetto (il pianista Chip Crawford, il bassista Jahmal Nichols, il batterista Emanuel Harrold e il sassofonista Tivon Pennicott) ma soprattutto dai 70 musicisti della London Studio Orchestra diretti da Vince Mendoza.

In questa occasione, Porter mette insieme alcune opere indissociabili di Nat King Cole (Mona Lisa, Nature Boy…) ma anche qualche composizione personale (Hey Laura, When Love Was King, Don’t Lose Your Steam…). È assolutamente affascinante vedere come per tutta la durata di One Night Only il canto di Gregory Porter si adatta facilmente tanto alla sofisticazione delle corde quanto alle sequenze meno elaborate e tendenti al groove. Una gamma vocale che rende questo spettacolo davvero magico. © Clotilde Maréchal/Qobuz







ASCOLTA ONE NIGHT ONLY - LIVE AT THE ROYAL ALBERT HALL DI GREGORY PORTER SU QOBUZ


Per seguire tutto quello che succede su Qobuz, seguiteci su Facebook!

Per saperne di più su questo argomento

Le tue letture